Descrizione Progetto

Impianto di lavaggio ad alta portata

Descrizione

L’impianto realizzato permette di erogare portate di circa 10 m^3/h con pressioni di 30 bar. L’impianto è formato da 4 pompe [1] messe in parallelo che aumentano la portata, dei collettori [2], in cui viene mescolata l’acqua calda con la soluzione detergente, delle valvole a farfalla manuali [3] e delle valvole di ritegno [4]. Vi sono anche valvole di intercettazione a soffietto e valvole a sfere con sistemi driver di controllo.

1 – Pompe di alimentazione.
Le pompe centrifughe sono poste in parallelo, in questo modo la portata viene sommata, arrivando a circa 10 m^3/h. La prevalenza è di 30 bar. Le pompe singolarmente hanno portata di 3 e 1,5 m^3/h.

2 – Collettori di mescolamento e distribuzione
Il collettori hanno lo scopo di mescolare l’acqua con il detergente, e di uniformare la portata dell’acqua in mandata. Il collettore è progettato in maniera tale da compensare le predite di carico all’interno della tubazione.

3 – Valvole a farfalla
Le valvole a farfalla PS 16 bar DN 65, sono progettate per garantire la chiusura manuale dell’impianto in caso di necessità. La direttiva macchine di riferimento è la EN 593 o ISO 106321.

4 – Valvole di ritegno.
Le valvole di ritegno PN 16 agiscono a flusso avviato. Grazie la sistema a molla impediscono il ritorno del flusso. Seguono la normativa UNI EN 1092-2.